Centro Medico Specialistico

Otorino-Otorinolaringoiatrico-Foniatrico-Logopedico
Prof.Dott. Michele Mignano Dott.Rossella Dellavalle

MicheleMignano.com
Vocabolario
  Che cos'è la Logopedia?
  La logopedia è una branca della medicina che si occupa della correzione dei disturbi del linguaggio:prevenzione,educazione e rieducazione della voce, del linguaggio scritto e orale e della comunicazione in età evolutiva, adulta e geriatrica .
     
  Che cos'è la otorinolaringoiatria?
  L'otorinolaringoiatria è una branca della medicina che si occupa del trattamento medico e chirurgico delle patologie dell'orecchio, del naso, della gola e delle altre strutture correlate della testa e del collo, tra cui anche il trattamento alle tonsille.
     
  Che cos'è la Psicologia?
  E' la scienza che studia il comportamento degli individui e i loro processi mentali.
     
  Che cos'è la Psicoterapia?
  La psicoterapia è un processo di comunicazione tra il terapeuta ed il paziente, che avvalendosi di tecniche applicative della psicologia, è finalizzato a ridurre la sofferenza psicologica ed emotiva della persona e al raggiungimento di una maggiore conoscenza di sè.
     
  Chi è l'orinolaringoiatra?
  L'otorinolaringoiatra o otorino è colui che studia le malattie dell'orecchio,delnaso e della gola
     
  Chi è la o il logopedista?
  Il logopedista è colui che applica metodi correttivi o riabilitativi per i disturbi del linguaggio
     
  Chi è lo psicoterapeuta?
  Lo psicoterapeuta è colui che avvalendosi di tecniche applicative della psicologia, ha l'obiettivo di curare i disturbi di origine psicologica.
     
MicheleMignano.com
MicheleMignano.com MicheleMignano.com
Laboratorio grafo motorio di prevenzione dei disturbi di scrittura

Dott.ssa Log Luana Domenica Naro

Cos'è la disgrafia ?

La disgrafia è un disturbo delle componenti esecutive-motorie della scrittura .

Il bambino disgrafico incontra difficoltà nei seguenti ambiti:

  • grafo-motorio;
  • orientamento e integrazione spazio temporale;
  • coordinazione oculo-manuale e coordinazione dinamica generale;
  • dominanza laterale non adeguatamente acquisita;
  • discriminazione e memorizzazione visiva sequenziale.

La scrittura è la rappresentazione grafica dell'attività parlata e, dunque, per poter scrivere il bambino deve aver raggiunto buone capacità motorie, di discriminazione visiva, di coordinazione ed organizzazione spaziale. Infatti, per scrivere in maniera adeguata, è necessario mettere in atto movimenti specifici e caratteristici da attuare entro precisi vincoli temporali. È fondamentale che tali prerequisiti raggiungano l'automatizzazione in modo da permettere l'integrazione di una prassia complessa, quale è la scrittura.

L'attività di PREGRAFISMO è un'attività dedicata al perfezionamento delle abilità propedeutiche all'apprendimento della scrittura, al fine di garantire un passaggio semplice e sereno alla scuola elementare. L'obiettivo è garantire una stimolazione ed un potenziamento dell'apprendimento della scrittura ed evidenziare in maniera precoce eventuali difficoltà di scrittura, al fine di prevenirle.

Il laboratorio grafo-motorio presenta delle attività che mirano alla stimolazione e al potenziamento dei prerequisiti motori specifici della scrittura, quali:

  • coordinazione dinamica dell'arto superiore, che include la presa di coscienza dell'uso differenziato del segmento corporeo, al fine di rendere possibile la posizione del braccio, sulla quale si attiva la manualità fine della mano;
  • motricità fine, caratterizzata da diverse caratteristiche, quali, precisione , cioè isolare movimenti interessati dalla scrittura; forza muscolare , per consentire i movimenti in estensione base della scrittura; coordinazione neuromuscolare , che consente la fluidità di scrittura; automaticità dei movimenti.

La motricità fine influenza la presa dello strumento grafico, la quale conosce diversi stadi di sviluppo:

  • prensione a pugno palmare;
  • prensione a pugno digitale;
  • prensione a tre dita : nella quale pollice e indice tengono lo strumento, il medio lo sorregge, anulare e mignolo stabilizzano la posizione sul piano di lavoro.

L'obiettivo degli esercizi inclusi nel laboratorio è lo sviluppo di tale posizione, la quale permette una coordinazione neuromuscolare efficace. Questa potrà essere potenziata e stimolata anche attraverso l'uso dell' impugna facile, che permette il mantenimento della posizione durante lo svolgimento delle schede di pregrafismo.

Fondamentale sarà anche la posizione della mano rispetto al piano di lavoro, la quale dovrà essere al di sotto della linea di scrittura.

  • Coordinazione oculo-manuale: capacità di controllo e regolamentazione dei movimenti dell'arto superiore e della mano, movimenti controllati dall'occhio. Il controllo visivo è fondamentale per la guida del movimento durante l'apprendimento della scrittura.

In conclusione il laboratorio grafo-motorio ci permette di integrare la dimensione dell'educazione e della riabilitazione, sottolineandone la profonda relazione data dalla finalità comune di sviluppo delle competenze prassico-motorie e grafo-motorie, in funzione dell'apprendimento della scrittura.

Per ciò il laboratorio si presenta come uno strumento di insegnamento e di apprendimento della scrittura nella sua componente grafo-motoria esecutiva.

MicheleMignano.com
Dove Siamo
 
MicheleMignano.com
MicheleMignano.com
Video
 
 
Logopedia Disturbo Linguaggio Bambini 
   
 
 
 
Otorino Roma Eur 
   
 
 
 
Muta Vocale Correzzione 
   
 
 
MicheleMignano.com


Copyright 2008 @ MicheleMignano.com | Privacy